Bob Marley

Less but better: Dieter Rams 28 Luglio 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

Considerato il più influente industrial designer del XX secolo, Dieter Rams (1932) emerse grazie alla definizione di un linguaggio progettuale estremamente funzionale, elegante e rigoroso, sviluppato durante la prolifica collaborazione con Braun iniziata negli anni ’50. Il suo approccio al Design, intelligente e versatile, è alla radice di molti standard attuali ed è mirabilmente espresso dai Ten Principles for Good Design, da lui stesso stabiliti nel 1980.   Se dovesse descrivere il proprio stile lo…

Continua a leggere

Vuoti essenziali 23 Luglio 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

Un gioco di parole per racchiudere le immagini di Noma Bar, esempio appassionante di un nuovo modo di fare illustrazione: semplicità e minimalismo, cultura pop e tradizioni lontane dipingono intelligentemente i temi sociali attuali con pulizia formale e humour, per dire tanto con poco.   Oltre mille immagini, pittogrammi essenziali, linee pulite e colori decisivi: le illustrazioni concettuali del designer israeliano Noma Bar conquistano e lanciano con pochi tratti messaggi chiari e profondi. C’è un…

Continua a leggere

Brest Brest Brest! 17 Luglio 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

In un atelier nel centro della cittadina di Crest, il collettivo artistico Brest Brest Brest sorseggia il caffè sulla sua terrazza, immagina poster ambiziosi, pranza attorno a un tavolo ovale sotto a un piccolo lucernario, realizza di continuo fantasiosi bozzetti; puntualmente si ripromette di separarsi dalle cose superflue. Brest Brest Brest è pieno di vita e di idee. E sa che ogni giorno dovrà dar battaglia al mondo per farsi strada.   Sono tre personalità…

Continua a leggere

Distorsioni emozionali 12 Luglio 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

“I had decided I wanted to be an artist after  failing at everything else… It’s like I want to learn the future and learn how bad it is. I believe the people who look at my art are willing to face it rather than to avoid it. My work is a meditation on power. But the thing about power is that you can’t play with it without understanding its consequences.”   Considerato uno dei più…

Continua a leggere

Brutalità e Hardcore. Nel segno affilato di Hakuchi 7 Luglio 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

Shohei Otomo, in arte Hakuchi, crea le sue incredibili illustrazioni ricorrendo quasi esclusivamente all’uso di penne a sfera a inchiostro nero. Con una tecnica estremamente tagliente e pulita, apre uno squarcio narrativo sulla cultura nipponica sfruttando una prospettiva sensuale e graffiante. Ecco la sua ironica, cattiva, erotica Tokio.   Samurai, ragazze Geisha e uomini inquietanti della Yakuza ritratti rigorosamente in bianco, nero e rare incursioni rosso sangue. Nonostante la maniacale attenzione al dettaglio, Hakuchi altera…

Continua a leggere

Matematica e colore 3 Luglio 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

Le installazioni sorprendenti di Christian Faur ricordano la scomposizione del pointillisme e la sintesi della pixel art, combinando estetica e matematica per dare vita a installazioni piene di intrinsechi significati. Una distesa di punte colorate a dipingere figure, ritratti composti da centinaia di pastelli a cera dalla punta tonda. Installazioni che scompongono le immagini in colori puri, lasciando all’osservatore la percezione in lontananza di tonalità omogenee e in prossimità di elementi distinti e contrastanti. Ciascun…

Continua a leggere
London Unfurled

Linee d’inchiostro e città svelate 26 Giugno 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

Sono passati molti anni da quando Matteo Pericoli, percorrendo le strade di Manhattan, iniziava a chiedersi: Cos’è uno skyline e come cambia? Come funziona? Come si percepisce una città? Ecco, fatte di linee intricate e di segni sovrapposti, le sue interessanti risposte.   Newyorkese Matteo Pericoli, architetto e illustratore milanese, decide di trasferirsi a New York nel 1995. La sua scelta si rivela strategica per diversi motivi. Da un lato, l’impatto con una metropoli che…

Continua a leggere

The Girl and the Fox 22 Giugno 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

Una bellissima e intensa hand-drawn digital animation racconta la storia di Ilona, una ragazzina costretta a inoltrarsi nel bosco per dar la caccia a una volpe che ha attaccato le riserve di cibo della sua famiglia. Ispirata alle animazioni di Hayao Miyazaki e diretta dal giovane Tyler J. Kupferer, TGTF si pone come una drammatica e innovativa incursione nella tecnica dello storytelling.   Ilona è una bimba di soli nove anni che vive con la…

Continua a leggere

Sombras de Tango 20 Giugno 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

Figure sospese tra fotografia e illustrazione: la sperimentazione tecnica e l’indagine artistica si combinano nella spontanea produzione di Enrico Carpegna, artista fotografo contemporaneo. Istanti fotografici e pennellate in bianco e nero si appoggiano sulla carta: personaggi dai contorni imperfetti girano travolti dalle note di un tango.   I nostri piedi sono come i pennelli di un pittore. Con essi dipingiamo la musica. (Carlos Gavito)   Enrico Carpegna incontrò il tango negli anni 90 in un…

Continua a leggere
Jonathan Yuen

Roots: il design dal sapore d’Oriente 18 Giugno 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

Un background familiare di tradizioni solide e l’irresistibile influenza del pensiero orientale. Il linguaggio visivo di Jonathan Yuen, interactive designer di Singapore, mescola con delicata poesia l’intelligenza della tecnica e i ricordi degli insegnamenti assimilati dalla propria terra: la Malesia.   Nel suo approccio al design, Jonathan Yuen non dimentica mai le sue radici culturali e affettive. Pur avvalendosi di conoscenze tecnologiche di alto livello, la sua creatività è umanizzata da alcuni semplici principi che…

Continua a leggere
Claudio Cassano

Rabbia pura e traiettorie Neo Pop 15 Giugno 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

Osservare la bellezza intrappolata nella quotidianità. Esplorarne solo i dettagli imperfetti e immaginare quali storie si nascondano dietro al volto imbronciato di una dimensione distante. Lasciar affiorare in superficie ricordi e illusioni infantili, in un segno assolutamente spontaneo: quello incontenibile di Claudio Cassano.   A prima vista sembrerebbe di avere tra le mani gli scarabocchi di un ragazzino che guarda il mondo con occhi grandi e assetati di curiosità. E lui, nella sua sognante spontaneità,…

Continua a leggere

Minimalismo incappucciato 12 Giugno 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

Un orso nero rade il proprio pelo che prende il volo, come frantumi poligonali, guidando nel bosco personaggi incappucciati attraverso paesaggi e stagioni senza tempo. Vincitore al Vimeo Festival Awards 2010 per la categoria Animation, Between Bears è un corto di animazione di Eran Hilleli, giovane studente che ha presentato il lavoro per la sua laurea finale dell’Accademia Bezalel of Art and Design di Gerusalemme, ispirandosi alle parole dell’omonima canzone.    Hilleli usa il minimalismo con la…

Continua a leggere
Cinemagraph

Increspature fotografiche 11 Giugno 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

Il suo nome è Cinemagraph, una forma d’arte visuale così incantevole da far quasi scivolare l’osservatore in una suggestiva dipendenza ipnotica. Nata da un’idea sperimentale dell’artista Kevin Burg e sviluppata nel 2011 con il contributo della fotografa Jamie Beck, essa si pone come l’affascinante commistione evolutiva tra video-editing e fotografia tradizionale.  It’s more than a photo but not quite a video. Coco Rocha   Gli habitué del proto-web le ricorderanno forse con un pizzico di…

Continua a leggere

L’arte di correre 8 Giugno 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

Haruki Murakami  è a Tokio, seduto sul prato di uno stadio a godersi una partita di baseball, il giorno in cui decide di diventare scrittore. Per il momento è solo il gestore di Peter Cat, un jazz club che richiede pazienza, scrupolosità e resistenza fisica. In cambio, ha l’opportunità di incontrare una parte cospicua di umanità tanto singolare da fornire dell’ottimo materiale per i suoi romanzi futuri. La passione per la maratona nascerà con la…

Continua a leggere

Errori di rifrazione 4 Giugno 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

Le illustrazioni di Marco Cazzato attraggono i sensi come magnetici frammenti di narrazioni spezzate. Figure ibride e dai colori densi, graffiate dall’incertezza descrittiva dei segni, sondano con intelligente discrezione le profondità di pensieri celati e desideri inespressi.   Ci sono mondi sommersi, invisibili alla nostra affrettata disattenzione, e umanità sotterranee non urlate dal fragore quotidiano, che trattengono ferite interiori o desideri tanto labili da dissolversi al contatto con la superficie del reale. Esistenze sfuggenti e…

Continua a leggere
Gabriel Moreno

Tra segno e sensualità 31 Maggio 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

Con la loro provocante sensualità, le illustrazioni di Gabriel Moreno stupiscono per la leggerezza con cui strati di linee fluenti si trasformano in figure simili a strane creature oniriche. I suoi segni trasgressivi si intrecciano in un affascinante connubio di tratti a mano libera e post-produzione digitale, a cui neppure il mondo dell’advertising ha saputo resistere.    Illustratore, incisore e pittore, Gabriel Moreno (Cordoba, 1973) è l’artista andaluso che ha saputo captare con invidiabile tempismo…

Continua a leggere
Yohji Yamamoto

Yohji Yamamoto: la poesia del disordine 27 Maggio 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

Le creazioni asimmetriche di Yohji Yamamoto proiettano la nostra mente in una zona di transizione dove si fondono perfettamente futuro e antiche tradizioni. Un non-luogo dove le differenze tra maschile e femminile si annullano. Una decostruzione dell’immagine che si tramuta nell’unicità di una preziosa opera d’arte.   Voglio cicatrici, fallimenti, disordine […] Penso che la perfezione sia brutta. Yohji Yamamoto   BACKGROUND La sua storia ha inizio nel 1943 a Tokio, e la sua sensibilità…

Continua a leggere

Stanley Donwood e Radiohead: creatività in simbiosi 25 Maggio 2012 – Pubblicato in: imperfezioni

Stanley Donwood  (alias Dan Rickwood) esprime da tempo la sua oscura creatività attraverso la pittura, l’incisione e la scrittura. Ironico, schivo ed estremamente riservato è l’eclettico artista il cui nome è indissolubilmente legato all’enigmatica veste grafica che dagli anni ‘90 caratterizza le sonorità dei Radiohead.   Attorno alla sua figura una leggenda metropolitana: Donwood sarebbe uno dei tanti pseudonimi di Thom Yorke, il ben noto e insolito frontman dei Radiohead. Il dubbio, poi fugato, era…

Continua a leggere
Privacy Policy Cookie Policy Termini e Condizioni