fbpx

disarmonia

In un mondo pieno di figure patinate, di social che quotidianamente ci bombardano di attimi di vite perfette, ci siamo convinti che quello che vediamo sugli schermi dei nostri telefoni sia la realtà, che esista un unico modo di vivere, comune agli altri: sempre perfetti, sempre allegri e sempre bellissimi. Talmente abituati a questo mondo di cui ci riempiamo gli occhi, che tutto quello che non implichi un viso perfetto, un bel lavoro, un amore stupendo riteniamo non sia neppure da considerare. Ma in che cosa consiste davvero la realtà?... Leggi tutto →

L’anno in cui non ci fu l’estate

Eruption of Vesuvius, William Turner (1817) Nel pieno della prima rivoluzione industriale, grazie a nuove scoperte tecnologiche che cambiarono per sempre la vita di tutti, le condizioni sociali ed economiche sembravano migliorare velocemente. L’utilizzo di combustibile fossile per la produzione nei nuovi stabilimenti, dotati di innovativi macchinari a vapore, aveva fatto crescere l’idea che il benessere fosse finalmente alla portata di tutti, nonostante le discutibili situazioni lavorative in cui le neonate schiere di operai si trovavano. Fu il primo grande boom economico della storia dell’uomo. La fiducia nel progresso era... Leggi tutto →

hic et nunc

Hic et nunc, un’espressione latina che tradotta significa “qui e ora”, “immediatamente”, “subito” e che è giunta fino a noi trasmessa da grandi personaggi del passato. Seneca in primis nel trattato De brevitate vitae sostiene l’importanza del tempo, visto come unica realtà di cui l’uomo possa davvero disporre. Secondo il filosofo, il solo modo per migliorarsi è avere coscienza del proprio tempo: questa caratteristica permette all’uomo di essere presente a se stesso, di appartenersi e di conseguenza, attraverso un’analisi quotidiana, di maturare. Molto tempo dopo – quasi duemila anni –... Leggi tutto →

TIME-FREE ZONE

Se esistesse una time-free zone, ovvero un luogo in cui lo scorrere del tempo non è scandito e rigorosamente regolamentato, non vorreste andarci in un lampo? Non so voi, ma pensando all’eventualità da una prospettiva fatta di ritmi frenetici, lavori da dover consegnare per il giorno prima e una perenne sensazione di non avere mai abbastanza tempo a disposizione, soprattutto per quanto riguarda i momenti di svago e relax, l’idea pare allettante. All’inizio di questa estate l’idea di una “terra senza tempo” era parsa concretizzarsi: aveva infatti fatto il giro... Leggi tutto →

Strati di percezione

Nobuhiro Nakanishi ha una piccola ossessione: rendere più intensa la percezione del mondo che ci circonda. Da diverso tempo, infatti, l’artista giapponese traspone e cattura all’interno delle sue sculture le sensazioni di un corpo che fisicamente immerge i propri sensi nell’esperienza di un paesaggio, dilatandone gli effetti nello spazio e nel tempo. In un mattino nebbioso, in un bosco innevato, in un paesaggio urbano avvolto dal crepuscolo la nostra percezione subisce in modo inevitabile la contrazione del tempo, impedendoci di sentirci realmente parte di ciò che osserviamo.   Le installazioni... Leggi tutto →

eccart raicsal azneS

Un bel giorno di tanti anni fa un meccanico americano, titolare di una celebre pista di pattinaggio, inventò una macchina capace di rilevigare la superficie ghiacciata in pochi minuti, eliminando le tracce. Questo signore si chiamava Frank Zamboni, e pochi giorni fa, se non avesse fumato troppo, avrebbe compiuto 112 anni. “E ‘sti cazzi!” diranno subito i miei piccoli lettori. E avrebbero ragione, se non fosse che per la ricorrenza Google ha messo in rete uno dei suoi giochini interattivi  (si chiamano Doodle) e così noi blogger, anziché cercare materiale... Leggi tutto →

Back to top