Even the wind gets lost

blue & joy triennale

Un vento leggero che riporta ai ricordi d’infanzia ha lasciato atterrare a Milano 300 aeroplanini in alluminio di vari colori e dimensioni, in un allegro tributo alla città di Milano, nido artistico del duo Blue & Joy nato nel 2005, ormai da tempo residente a Berlino.

In occasione della Triennale Design Museum, il giocoso battito d’ali dei paper planes di Fabio La Fauci e Daniele Sigalot, sono infatti protagonisti della personale “Blue and Joy. Dear Design + Even the wind gets lost” curata da Lorenzo Palmeri.

Un progetto multiforme che include anche una curiosa serie di gigantesche lettere indirizzate dai due artisti al Destino, al Futuro, all’Arte, al Successo e al Domani e realizzate sempre in alluminio, con caratteri scritti a mano, al computer o battuti a macchina.

 

blue & joy triennale 2013

Lettere formulate con un linguaggio irriverente, ironico, acuto e sottile che da sempre contraddistingue la produzione artistica di Blue & Joy.

La stessa mostra prevede il progetto in progress “Dear Design”, tributo site specific con le missive scritte, tra gli altri, da Alberto Alessi, Mario Bellini, Michele De Lucchi, Alessandro Mendini e Isao Hosoe, importanti nomi del design contemporaneo.

L’iconico immaginario di Blue & Joy, si nutre di una straordinaria abilità nel comunicare e di un’estetica di forte impatto, resa ancor più espressiva e accattivante dall’ampia versatilità linguistica, leggibile nell’uso di differenti materiali e nella sperimentazione di svariate tecniche interdisciplinari.

 

 

Sito ufficiale

blueandjoy.com

 

Pin It


Lascia un commento

Back to top